Il mobile da bagno è l’elemento di arredo che più caratterizza questo ambiente, il centro di valutazioni di carattere estetico, pratico e, spesso, economico.

Quante e quali sono le soluzioni tra cui è possibile scegliere? Come cercare la soluzione migliore tra i mobili bagno componibili? E come varia il prezzo al variare di materiali, colori e sistemi di apertura delle ante?

La scelta del modello del mobile bagno dipende dallo stile con cui si vuole connotare l’ambiente, così come la quella della dimensione è strettamente collegata allo spazio a disposizione.

Il modello e la dimensione, però, non esauriscono il percorso di scelta del mobile, che si arricchisce di infinite possibilità di personalizzazione, come quello del sistema di apertura di ante e cassetti, che caratterizza in modo deciso le linee di un mobile bagno. I sistemi con maniglia, solitamente i più economici, consentono di arricchire il mobile con maniglie di forme finiture personalizzabili; i sistemi a gola e push-pull, invece, esaltano il design minimale senza interromperne la linearità delle forme.

E invece quali sono i criteri che guidano la scelta del materiale? Che ventaglio di idee per mobili bagno può generare l’accostamento di materiali diversi?

La naturale preziosità del legno e del marmo, il fascino e le infinite possibilità di personalizzazione dei laccati e l’innovazione tecnologica dei laminati offrono un ampio spettro di idee per l’arredo bagno con costi diversi. Inoltre, la possibilità di comporre un mobile bagno con materiali differenti, associando legno, marmo, vetro, laminati e laccati apre ulteriori scenari di personalizzazione.

Di solito, il prezzo di un mobile bagno con top in legno o in marmo è superiore rispetto a quello di altri materiali, ma le finiture e le proprietà tecnologiche dei nuovi laminati consentono di avere ottime rese estetiche e qualitative con un abbattimento dei costi fino al 40%.

I laminati HPL, quelli in corian, tecnoril, geacryl e quelli in mineralmarmo sono estremamente resistenti ad agenti esterni e ripristinabili in caso di piccoli danni da usura, piacevoli alla vista e al tatto, rappresentando il connubio ideale tra esigenze pratiche ed estetiche. Inoltre, per chi privilegia le forme essenziali e lineari, i top in laminato offrono la possibilità di ospitare lavabi integrati nello stesso materiale, in ocritech oppure in ceramica.

Eleganza e luminosità sono le caratteristiche principali dei top in vetro, il primo materiale con cui sono stati prodotti piani con vasca integrata e che riveste tutt’ora un ruolo da protagonista nella scelta del mobile bagno.

I lavabi da appoggio, invece, offrono sempre opportunità di progettazione inedite grazie alla vasta gamma di forme, materiali e configurazioni possibili che possono arricchire l’arredo bagno con pezzi esclusivi, ideati su misura. In questo senso si può spaziare da lavabi in stile minimale, generalmente con bacini meno capienti, sino ad arrivare a vasche con capacità di svariati litri d’acqua, che necessitano di piani d’appoggio più grandi e resistenti. Sotto l’aspetto dei materiali, oggi la scelta è vastissima: ceramica, corian o tecnoril, vetro, pietra scavata e resine varie lasciano la possibilità a designer e utenti finali di giocare con le combinazioni e creare stili personali generando nuove idee per mobili bagno.

Scopri la nuova collezione di mobili bagno e contattaci per maggiori informazioni.