Giochi di colori e sfumature, di forme geometriche e superfici continue. La scelta dei rivestimenti bagno attinge a un universo di possibilità di arredo che conoscono il solo limite dell’immaginazione.

Ma come fare per orientarsi in questa galleria di soluzioni, ciascuna delle quali prospetta scenari di arredo bagno sempre diversi?

Una chiave di lettura utile per la scelta dei rivestimenti bagno può essere quella che li cataloga a seconda dei materiali, fattore che ne determina le principali caratteristiche estetiche e funzionali. Detto questo, non ci rimane che entrare nel cuore del nostro approfondimento sui rivestimenti bagno!

Rivestimenti in ceramica

Sono la soluzione più diffusa, la più pratica e la più semplice da posare. La tecnologia digitale consente ormai di creare qualsiasi effetto materico su questo tipo di rivestimenti bagno, riproducendo perfettamente colori e sfumature di elementi naturali e non, dal legno, ai tessuti, fino al marmo e alla pietra. All’ampio spettro cromatico si unisce la grande varietà di forme e una porosità molto vicina allo zero, caratteristiche che rendono i rivestimenti in ceramica la soluzione versatile per eccellenza nel mondo dell’arredo bagno.

Maxi lastre Ariostea

Grandi superfici che toccano i 3 metri di altezza ed i 150 cm di larghezza, effetti materici sempre diversi, dal marmo al cemento, fino alla pietra ed alla resina. Le Maxi lastre Ariostea sono l’innovazione più recente del gres porcellanato, che rinuncia alle fughe per regalare allo sguardo il piacere di superfici continue. Grazie al loro spessore estremamente ridotto, le Maxi Lastre possono essere utilizzate per rivestire anche gli altri elementi dell’arredo bagno, come per esempio il mobile, prospettiva fino a questo momento inedita per un rivestimento in gres porcellanato.

Mosaici

In ceramica, vetro o marmo, i mosaici regalano suggestioni estetiche affascinanti e originali, in cui cromatismo e decorazione si fondono tra loro in un connubio unico carico di preziosità. Questi rivestimenti bagno vantano un ampio ventaglio colori e un’incredibile gamma di combinazioni tra differenti formati e decorazioni, dalle più romantiche alle più contemporanee.

Mosaici in ceramica

I mosaici in ceramica sono realizzati con la tecnica della monopressocottura, che consente di ottenere piastrelle di piccole dimensioni caratterizzate da eccezionali qualità estetiche, di durata e resistenza del prodotto. La planarità delle tessere e la loro leggera stondatura dei bordi rendono questo rivestimento bagno liscio e gradevole al tatto facilitandone anche la pulizia e l’igiene.

I mosaici in vetro

I mosaici in vetro regalano giochi di luce e cromie cangianti. Esaltati dalla semitrasparenza del vetro, i colori vengono utilizzati in tinta unita ed anche in miscela, consentendo di avere sfumature ed effetti cromatici sempre originali. Dubbi sulla resistenza? Bene, chiariamo: se colorato in fusione senza l’utilizzo di adesivi o pitture superficiali, il mosaico mantiene inalterate nel tempo tutte le sue caratteristiche cromatiche; inoltre, una posa di qualità garantisce la resistenza ad urti e sollecitazioni accidentali di questo rivestimento bagno. Per le fughe si consigliano fuganti epossidici.

I mosaici in marmo

I mosaici in marmo sono i depositari di una storia antica, ricca di suggestioni di tempi e luoghi lontani, ma che non smette mai di arricchirsi di contaminazioni contemporanee. Infatti, questi rivestimenti bagno vantano numerose collezioni, alcune più classiche e tradizionali, che riproducono decorazioni, bordure e fiori, ispirate all’antica tecnica del mosaico, e altre più moderne, ottenute grazie alle tecnologie più innovative. Di incredibile bellezza, arredano il bagno (e non solo) con un’eleganza che toglie il fiato.

Ardesia

Roccia metamorfica di origine sedimentaria, di provenienza italiana, indonesiana, sud americana o africana. Colori e sfumature che raccontano di territori vicini e lontani, il fascino della natura al servizio dell’arredo bagno. L’ardesia cattura lo sguardo, che non può far altro che perdersi tra i giochi cromatici e indugiare sulle superfici a spacco naturale di un rivestimento bagno unico nel suo genere.

Marmo

Risultato dell’unione di innovazione tecnologica e lavorazione artigianale, i rivestimenti bagno in marmo hanno caratteristiche uniche, esaltate da colori e patinature estremamente eleganti. Alle sfumature cromatiche si aggiungono i disegni in bassorilievo decorati a mano che impreziosiscono l’ambiente bagno con raffinate geometrie tridimensionali. Se fino a questo momento avete pensato ai rivestimenti bagno in marmo come ad un grande classico che fonde sfumature e venature meravigliose, vi stupirete nello scoprire cosa succede quando queste escono dalla bidimensionalità di una superficie per strutturarsi in forme tridimensionali.

Microcemento

E’ possibile utilizzare il microcemento per il rivestimento delle pareti del bagno? Si, se opportunamente trattato per la posa in ambienti umidi. Il piacere di avere rivestimenti continui, che magari coprano sia il pavimento che le pareti, riserva anche notevoli vantaggi pratici ed igienici. In primo luogo, il cementoresina è un materiale batteriostatico, in altre parole impedisce la proliferazione dei batteri, che in bagno si sa…; in secondo luogo, questo rivestimento bagno è sostituibile in maniera più semplice rispetto alle piastrelle, ideale per chi vuole cambiare senza troppa fatica!

Carta da parati

La carta da parati in bagno? Grazie ad una tecnologia innovativa che sfrutta la proprietà di impermeabilizzazione delle guaine liquide, è possibile avere la carta da parati anche in bagno. Adatta per applicazione su superfici in intonaco, calcestruzzo, cartongesso, vetro e piastrelle ceramiche, resistente ai detersivi ad uso domestico, all’ingiallimento e all’abrasione, la carta da parati rappresenta la soluzione di rivestimenti bagno a cui non avevi ancora pensato!

SCOPRI DI PIÙ