Trasformare il box doccia in bagno turco per ricreare in casa preziosi angoli di relax è molto più semplice di quello che si crede. Perfetti per qualsiasi tipo di spazio, i sistemi hammam non conoscono vincoli legati alle dimensioni, tranne che per l’altezza che non dovrebbe superare i 230 cm, altrimenti il vapore tenderebbe a salire troppo con conseguenti sprechi di energia.

Gli avanzati sistemi di costruzione degli hammam consentono un velocissimo assemblaggio delle pareti necessarie ad isolare il bagno turco dall’esterno, assicurando il mantenimento ottimale di temperatura e qualità del vapore. Inoltre, i pannelli di coibentazione per il completo isolamento delle pareti e del soffitto eviteranno dispersioni di calore, a garanzia della massima efficienza degli hammam.

La tecnologia più avanzata trova il suo completamento nel design e nelle innumerevoli possibilità di personalizzazione del bagno turco, che è possibile rivestire con materiali e colori diversi. Il nostro consiglio sui rivestimenti per hammam è quello di evitare tessere foglia oro perché non sopportano l’esposizione continua alle alte temperature.

Una volta creata la struttura del vostro hammam, potrete dedicare tutte le attenzioni alla progettazione delle sue componenti.

In primo luogo, potete scegliere se tenere il generatore di vapore a vista oppure se collocarlo in uno spazio tecnico che sfrutti lo spazio disponibile sopra al vano doccia o un vano adiacente, a seconda delle necessità. Inoltre, è importante accertarsi che questa componente sia della massima qualità tecnologica affinché siano garantiti velocità costante di uscita del vapore, il massimo del risparmio energetico ed una manutenzione ridotta al minimo. A questo proposito, consigliamo di adottare generatori di vapore provvisti di sistema automatico di lavaggio della caldaia, che minimizza l’accumulo di calcare.

Regista dei vostri momenti di piacere, il pannello di controllo è un elemento centrale di un bagno turco. È possibile scegliere tra modelli base e soluzioni più evolute: i primi consentono l’accensione e lo spegnimento del vapore, delle luci ed il controllo della temperature; i secondi permettono di gestire tutte le funzioni, dal vapore alla doccia, dalla cromoterapia all’aromaterapia. Si può anche decidere di non gestire la doccia dal pannello di controllo, installando nel bagno turco un soffione (magari multi-getto) e un miscelatore con funzionamento autonomo.

Infine, gli elementi di arredo. Proposti in stili diversi e contraddistinti spesso da un design innovativo, impreziosiscono lo spazio degli hammam fornendo soluzioni declinate per ogni gusto. Non solo ampie panche, ma anche sedute mini reclinabili, adatte a rispondere all’esigenza di chi, pur avendo poco spazio a disposizione, non vuole rinunciare al relax e agli effetti benefici di un bagno turco.

SCOPRI DI PIÙ